Non abbiate paura dei colori STRONG
Non abbiate paura dei colori STRONG

Non abbiate paura dei colori STRONG.

Come primo post sull’uso del colore nell’arredamento abbiamo deciso di iniziare con il colore rosso, che è un colore primario ed ha vari effetti su di noi, soprattutto se usato negli interni delle nostre abitazioni.

Il mio fil rouge è rouge! “Non potrei mai vivere in una casa priva di almeno una parete rossa…” o al contrario si dice anche “non potrei mai avere una camera da letto con pareti rosse”.

10526656_10203897879356490_693854977_n

Io appartengo al primo gruppo di assertori. Addirittura potrei dire che il rosso mi rilassa. Molti colleghi home stager d’oltreoceano usano questo colore con disinvoltura nelle pareti, nei tessili o negli accessori e arredi. L’impatto di una bella foto che catturi il rosso è esponenzialmente più alto. Mi sono chiesta il perché in giro c’è un’ampia letteratura in merito ed ecco il risultato delle mie ricerche.

10501343_10203897879436492_1891017101_n
“Il rosso va benissimo negli spazi comuni, come il salotto o la sala da pranzo, per stimolare la creazione di un’atmosfera conviviale”. Con le pareti di colore rosso è possibile ottenere un effetto energizzante, eccitante, stimolante.
Il rosso è energia pura ed è da sempre considerato simbolo della vitalità, della passionalità. Il rosso è un colore molto forte ed energico e si dice abbia il potere di aumentare la pressione sanguigna, la frequenza respiratoria e di stimolare l’appetito. E’ anche il primo colore dell’arcobaleno che i neonati imparano a riconoscere ed è per questo molto amato dai bambini piccoli. Ormai nell’interior design il rosso è una scelta abbastanza comune, anche se alcune persone, pur amandolo, hanno ancora timore ad inserirlo nelle loro case.

10524068_10203897879396491_391077179_n

Alcune teorie orientali consigliano di dipingere la porta d’ingresso di una casa di rosso, per augurare prosperità ai residenti. Il rosso è un colore vibrante e caldo e per questo motivo è adatto per i locali orientati a nord. Il rosso stuzzica l’appetito, quindi possiamo applicarlo in stanze quali sala da pranzo e cucina, mentre nel caso della camera da letto è meglio limitarsi all’uso di cuscini e complementi.

10514808_10203897879476493_1234829053_n

Generalmente è più facile usarlo come accento: una buona soluzione, soprattutto per il soggiorno, è quella di scegliere di dipingere una sola parete di questo colore, oppure si può optare per gli accessori e le decorazioni: tende e cuscini rossi sanno perfettamente come dare carattere ad una stanza.

unnamed

È possibile scegliere un tappeto con alcune stampe di questo colore per ravvivare un soggiorno dallo stile rigoroso. Si può anche pensare di optare per mobili dal colore rosso: il divano ad esempio, le sedie o le poltrone, ma anche tavolini, piccoli contenitori. Il rosso è un colore che non si abbina facilmente con tutto. Insieme al bianco, diventa immediatamente più fresco, poiché il bianco attenua l’aggressività del rosso.

unnamed-1

Un’altra buona soluzione può essere quella di inserire il rosso per arricchire gli ambienti bianchi e neri, mantenendo eleganza e raffinatezza, ma rompendo la monotonia. Il rosso con il solo nero accentua invece l’aspetto drammatico e scenografico di una stanza. Per accendere un interno grigio basta un piccolo dettaglio rosso, che lo renderà più accogliente, ma sempre moderno e raffinato. Abbinato al greige crea un’atmosfera pop ed intellettuale insieme. Il marrone e tutte le tonalità del legno aiutano a creare un ambiente molto caldo ed accogliente. In abbinamento al viola, anche se sembrerebbe un po’ azzardato, dà carattere e personalità a qualsiasi ambiente anonimo”.

unnamed

Abbinato al turchese può conferire un tocco estivo, una nota marina che ci riconduca con la mente all’estate e quindi alla spensieratezza ed al divertimento.

Posted by admin 0 Comments

0 comments

No comments yet

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>